Samsung fa chiarezza sui 4 anni di aggiornamenti garantiti: come funziona – HDblog

Samsung negli ultimi tempi ha alzato l’asticella sul fronte del supporto software: non solo i suoi dispositivi spesso sono i primi a ricevere le patch di sicurezza (è successo anche a marzo), ma nel mondo Android è difficile trovare un catalogo di smartphone che riceva un supporto altrettanto ampio e duraturo.

A fine 2020 il colosso coreano ha voluto mettere le proprie intenzioni nero su bianco, dichiarando che avrebbe rilasciato aggiornamenti di sicurezza per quattro anni a partire dal lancio per tutti i modelli usciti dal 2019 in avanti. Ovviamente resta il discrimine della frequenza, con i flagship e i dispositivi più recenti che riceveranno update mensili, mente altri invece ne beneficeranno a cadenza trimestrale.

Restava però una zona d’ombra, ovvero quella relativa all’ultimo stadio di supporto: e Samsung, aggiornando la pagina del sito ufficiale dedicata proprio a questo tema, ha deciso di chiarire definitivamente la questione. Gli smartphone più attempati, o che comunque smetteranno di beneficiare del supporto a cadenza trimestrale, scivoleranno nella fascia “biannuale”: questo significa che ricervanno solo due update delle patch di sicurezza prima di terminare il proprio ciclo. Non è precisata la finestra di distribuzione, ma possiamo presumere che l’ultimo aggiornamento possa cadere verso la fine dell’anno.

Per consultare la lista completa, e vedere in quale fascia rientra il vostro smartphone, vi basterà seguire il link riportato in FONTE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *