Xiaomi, il display si oscura quando lo guarda qualcun altro: il brevetto – Everyeye Tech

C’è sempre più attenzione lato privacy da parte delle aziende del mondo tech, così come la consapevolezza delle persone sembra essere in aumento. In questo contesto, è arrivata un’idea interessante da parte di Xiaomi.

In particolare, stando anche a quanto riportato da Gizmochina e Biometric Update, in un brevetto emerso giusto qualche giorno fa, l’azienda cinese fa riferimento a una sorta di sistema a prova di “spia”. In parole povere, sfruttando la tecnologia di riconoscimento facciale, la fotocamera anteriore dello smartphone dovrebbe riuscire a rilevare eventuali sguardi sospetti, facendo “scomparire” dal display informazioni rilevanti in seguito a eventuali avvenimenti anomali.

Per farvi un esempio pratico basato su quanto emerso online, pensate di trovarvi in metropolitana e dover effettuare l’accesso a un servizio mediante l’inserimento dei classici indirizzo e-mail e password. Non si tratta certamente del luogo migliore, visto il numero di persone che potrebbe “sbirciare”, ma a volte un’esigenza di questo tipo può effettivamente esserci. La tecnologia descritta nel brevetto di Xiaomi entrerebbe presumibilmente in azione in questo contesto, sfruttando il riconoscimento facciale per mettere al riparo i vostri dati.

Va detto, tuttavia, che per il momento si tratta solamente di un brevetto e non ci sono molti dettagli in merito. Questo significa che la tecnologia potrebbe in realtà non vedere mai la luce, ma è sempre interessante quando un’azienda del calibro di Xiaomi estrae dal cilindro idee di questo tipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *