Xiaomi avvia la produzione di prova di smartphone in Turchia – La Stampa

Il colosso tecnologico cinese Xiaomi ha avviato la produzione di prova in Turchia. Lo ha annunciato oggi il ministro turco dell’Industria e della Tecnologia, Mustafa Varank. “Xiaomi ha avviato la produzione di prova presso la fabbrica costruita con il fornitore globale Salcomp. Benvenuto XiaomiTurkiye”, ha annunciato Varank sul proprio profilo Twitter. Il ministro turco ha pubblicato diverse foto che ne mostrano la visita in fabbrica. Varank ha posato per le telecamere tenendo in mano uno smartphone Xiaomi insieme ai dipendenti dell’impianto. Una volta a regime, ha affermato il ministro secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa statale turca Anadolu, 2.000 persone troveranno nuove opportunità di lavoro presso lo stabilimento. “L’impianto avrà una capacità produttiva di 5 milioni di smartphone all’anno”, ha aggiunto Varank.

L’azienda Salcomp, con sede in Finlandia, è uno dei principali produttori mondiali di prodotti di ricarica e alimentazione. Xiaomi, secondo Teknosafari, una piattaforma online di notizie dal mondo sulla tecnologia, è diventato il marchio di smartphone più venduto in Turchia nel terzo trimestre del 2020, che copre i mesi di luglio, agosto e settembre. Il grafico delle vendite elaborato dalla piattaforma ha rivelato come Xiaomi abbia raggiunto una quota di mercato annua pari al 26% e una crescita del 340%. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *