Redmi Note 9T è il nuovo smartphone 5G economico di Xiaomi – La Stampa

Siamo appena all’8 gennaio e Xiaomi, terzo produttore al mondo del settore smartphone (dati di fine 2020) ha già presentato quattro nuovi prodotti: gli smartphone Redmi Note 9T e Redmi 9T, con e senza 5G, la radiosveglia intelligente Mi Smart Clock, e la videocamera di sicurezza Mi 360° Home Security Camera 2K Pro.
 

I due dispositivi mobili sono stati il focus della presentazione di oggi, che si è svolta in streaming come da consuetudine pandemica. Xiaomi, oggi terzo produttore al mondo nel settore smartphone, punta ad ampliare ancora di più la sua già oceanica offerta di telefoni: l’obiettivo per il 2021 è di guadagnare ancora quote di mercato, con una stima di vendite pari a più di 300 milioni di unità nel corso dell’anno solare. Diversi analisti hanno espresso scetticismo sulla possibilità che il produttore cinese riesca a raggiungere questi livelli di produzione, ma la spirale discendente di Huawei CBG e l’interesse crescente per dispositivi 5G a basso costo nel pubblico globale potrebbero aiutare Xiaomi a scalare la classifica produttori anche senza raggiungere il traguardo prefissato. 

I piani di Xiaomi per il 2021

Il Redmi 9T 5G presentato oggi è l’apertura adeguata ai piani di crescita del produttore cinese. Il nuovo smartphone non sorprende per originalità del design e non integra funzioni fotografiche o innovazioni software particolari. È interessante però perché porta anche in questa versione europea il processore Dimensity 800 5G a 7nm di Mediatek, produttore di processori mobile taiwanese concorrente di Qualcomm con un’interessante offerta di CPU e modem per smartphone a basso costo. Con l’ampliamento dell’offerta 5G di fascia entry-level ne sentiremo sempre più parlare nel corso di tutto l’anno. 

Redmi Note 9T

Redmi Note 9T monta un display da 6,53” FHD+ (senza fastidiosi bordi curvi) e foro per la fotocamera sulla sinistra. Il comparto fotografico posteriore è disposto in un modulo centrale analogo a quello degli ultimi modelli Redmi Note e integra un obiettivo principale da 48MP, una macro da 2MP e un sensore di profondità, pure da 2MP, che migliora l’effetto sfocato dei ritratti. C’è la doppia SIM, sempre molto utile, mentre il sensore di impronte è sul lato integrato nel tasto home. Bene anche la batteria da 5000mAh, che serve a supporto della connessione 5G ma che, con un uso normale, consentirà di arrivare senza problemi a un giorno e mezzo di autonomia. La dimensione dell’unità di alimentazione contribuisce però come sempre al peso finale del dispositivo, che sfiora i 200g. La RAM integrata è da 4GB per entrambi i tagli di memoria previsti, cioè 64GB e 128GB.

Redmi Note 9T è il nuovo smartphone 5G economico di Xiaomi

 

Redmi 9T

Assieme al Redmi Note 9T con connessione 5G, Xiaomi ha presentato anche il Redmi 9T, confondendo ancora un po’ il già intricatissimo schema di prodotti con nomi pressoché indistinguibili tra loro. Come già per altri modelli entry-level, con questo 9T Xiaomi punta tutto sull’autonomia, con una batteria da ben 6000mAh che verosimilmente durerà due giorni o più. Peso e dimensioni sono però più o meno le stesse del Redmi Note 9T e così le dimensioni del display da 6,53”. Sul retro il modulo delle fotocamere è disposto a semaforo, sulla sinistra. Integra un obiettivo da 48MP, un ultra grandangolo da 8MP e una macro da 2MP. Manca il sensore di profondità, ma le due fotocamere principali sono più versatili rispetto a quelle del modello 5G

Radiosveglia e videocamera

Assieme ai due telefoni Xiaomi ha presentato oggi anche altri due accessori per la smart home. Il primo è il Mi Smart Clock una radiosveglia (come ci piace chiamarla qui con tono démodé) da comodino che integra uno schermo da 3,97” per visualizzare l’orario e un sistema di illuminazione attivabile al risveglio. Il look è semplice e minimalista, mentre le funzionalità integrate includono il Google Assistant, per controllare altri dispositivi, e il Chromecast, per inviare foto e video al dispositivo e usarlo come cornice digitale. 

Redmi Note 9T è il nuovo smartphone 5G economico di Xiaomi

L’altro accessorio presentato oggi da Xiaomi è una videocamera di sorveglianza. Il nome è Mi 360° Home Security Camera 2K Pro: richiede uno sforzo mnemonico esagerato nel caso voleste cercarla in negozio, ma perlomeno illustra già tutte le caratteristiche principali. Il dispositivo è infatti una videocamera di sicurezza domestica, collegabile all’app Mi home, con possibilità di registrazione dei filmati in risoluzione 2K e con rotazione dell’obiettivo a 360°. Il Pro finale, immaginiamo, è stato aggiunto solo distrattamente per distinguerla da qualche altro modello con funzionalità inferiori. 

Redmi Note 9T è il nuovo smartphone 5G economico di Xiaomi

Prezzi e disponibilità
Xiaomi Redmi Note 9T sarà disponibile in Italia a partire dal 25 gennaio. Il modello da 4Gb+64GB si troverà sul Mi Store italiano al prezzo di 270€. Per le prime 48 ore sarà offerto già scontato a 240€. La configurazione superiore con 128GB di archiviazione sarà disponibile invece a 300€. Più avanti arriverà anche con TIM. 

Per Redmi 9T invece bisognerà aspettare ancora un po’: prezzi e disponibilità saranno annunciati all’arrivo del prodotto in Italia nei prossimi mesi.
Mi Smart Clock e Mi 360° Home Security Camera 2K Pro saranno invece acquistabili nel nostro Paese a partire da marzo e costeranno entrambi 60€.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *