Xiaomi, ecco Redmi Note 9T: smartphone 5G a meno di 300 euro – Corriere della Sera

Xiaomi, ecco Redmi Note 9T: smartphone 5G a meno di 300 euroXiaomi, ecco Redmi Note 9T: smartphone 5G a meno di 300 euro

Si chiama Redmi Note 9T ed è il nuovo smartphone Xiaomi pensato per la fascia medio-bassa del mercato. In Italia parte da 269,90 euro e, nonostante il prezzo contenuto, porta in dote il supporto al 5G. Il nuovo standard di rete, che dovrebbe vivere la definitiva consacrazione nel 2021, non è più dunque un’esclusiva dei prodotti particolarmente costosi. Segno evidente di come anche le aziende produttrici prevedano a breve un’espansione a macchia d’olio.

Da un punto di vista tecnico è il solito smartphone dell’azienda cinese, caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo. Vanta tre fotocamere posteriori (sensore principale da ben 48 Megapixel), un display da 6,53 pollici con risoluzione Full-HD+ (più che adeguata per godersi un video su YouTube o una serie TV su Netflix), 64 o 128 Gigabyte di memoria interna a seconda della versione scelta. Per i selfie Xiaomi ha previsto una fotocamera anteriore da 13 Megapixel. Qualche piccolo dettaglio fa storcere il naso. Manca infatti la possibilità di espandere la memoria interna con le schede micro SD, mentre il processore scelto (il Dimensity 800U) è realizzato dalla taiwanese MediaTek. Di solito i chip della statunitense Qualcomm – i celebri Snapdragon – hanno una marcia in più in termini di prestazioni e autonomia. Ogni smartphone fa storia a sé comunque, per cui il Redmi Note 9T andrà messo alla prova sul campo.

‘); }

Xiaomi, ecco Redmi Note 9T: smartphone 5G a meno di 300 euro

Anche perché è alimentato da una batteria molto grande da 5.000 mAh (milliampereora). Per avere un metro di paragone basti pensare come l’iPhone 12 ne metta a disposizione una da 2.815 mAh. Anche in questo caso due più due non fa necessariamente quattro nel mondo smartphone, ma certamente è un’indicazione importante: è molto probabile che il Redmi Note 9T offra un’ottima autonomia. La disponibilità sul mercato italiano è prevista a partire dal 25 gennaio. Due le colorazioni – Nightfall Black e Daybreak Purple – così come le versioni: la prima posizionata a 269,90 euro con 4 Gigabyte di RAM e 64 Gigabyte di memoria interna (in offerta per le prime 24 ore a 239,90 euro tramite lo store ufficiale di Xiaomi); la seconda caratterizzata da 128 Gigabyte di memoria e venduta a 299,90 euro. Accanto al Redmi Note 9T è stato presentato anche un secondo smartphone, ovvero il Redmi 9T. Rispetto al primo perde il supporto al 5G, guadagna un processore Snapdragon di Qualcomm, una quarta fotocamera posteriore e una batteria da 6.000 mAh. Per adesso però Xiaomi non ha ancora comunicato prezzi e disponibilità per il mercato italiano.

Xiaomi, ecco Redmi Note 9T: smartphone 5G a meno di 300 euro

Gli appassionati dell’azienda cinese conoscono bene l’importanza che quest’ultima ha sempre riposto nel mondo della domotica. L’obiettivo è sempre stato quello di creare un ecosistema di dispositivi in grado di ruotare attorno agli smartphone. In quest’ottica va letta la presentazione di due nuovi prodotti: il Mi Smart Clock e il Mi 360°Home Security Camera 2K Pro. Il primo è un orologio smart da scrivania (o da comodino) dotato di display. Può essere considerato come un rivale diretto dell’Echo Show di Amazon. A differenza di quest’ultimo però è basato su Assistant (l’assistente vocale di Google) ma consente ugualmente di controllare i dispositivi connessi presenti in casa (lampadine Wi-Fi, aspirapolvere robot, televisori etc.), di ascoltare musica dai servizi di streaming, di controllare le previsioni meteo e tanto altro ancora. In Italia a partire da marzo a 59,90 euro. Il secondo invece è una videocamera di sorveglianza. Può ovviamente essere controllata da smartphone e mette a disposizione un sensore da 3 Megapixel. Non manca il controllo vocale con Google Assistant o Amazon Alexa ed è in grado di avvisare automaticamente della presenza di qualcuno in casa. Anche in questo caso l’arrivo è previsto da marzo a 59,90 euro.

8 gennaio 2021 (modifica il 8 gennaio 2021 | 18:11)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *