Xiaomi Mi 11, il primo top di gamma del 2021 – Wired Italia

È il primo smartphone con Snapdragon 888, il chip che governerà buona parte dei modelli più potenti in arrivo

xiaomi mi 11
(Foto: Xiaomi)

Xiaomi Mi 11 è ufficiale in Cina e diventa il primo smartphone al mondo con il nuovo prestante chip Snapdragon 888, che si troverà a bordo dei modelli più performanti del 2021. L’ammiraglia del brand cinese sbarcherà presto anche nel resto dei mercati mondiali, Italia compresa, con tanti pro e anche qualche contro come l’assenza del caricatore in confezione.

Xiaomi mantiene dunque le promesse e toglie i veli dal suo top di gamma a pochi giorni dall’inizio del nuovo anno, segnando anche il debutto del processore Snapdragon 888 con processo produttivo a 5 nanometri, che alza l’asticella delle prestazioni su fotocamera, grafica e intelligenza artificiale. Sarà il giusto propulsore per garantire alte prestazioni in termini di gaming, anche grazie al display amoled con quadrupla curvatura con diagonale da 6,81 pollici, frequenza 120 Hz, risoluzione quad hd+ e supporto hdr10+.

L’hardware è consistente e solido grazie a 8 o 12 gb di ram di tipo lpddr5 a 3200 MHz e uno spazio di archiviazione da 128 o 256 gb di tipo veloce ufs 3.1. Il modem X60 5G permette di collegarsi alle reti di nuova generazione, ci sono i moduli bluetooth 5,2 e wi-fi 6 assieme a speaker doppio fornito da Harman Kardon e sensore per l’impronta digitale sotto lo schermo che può anche rilevare il battito cardiaco. La batteria è da 4600 mAh, non esagerata, ma supportata da ricarica rapida a 55 watt (50 watt wireless) e ricarica inversa a 10 watt.

xiaomi mi 11
(Foto: Xiaomi)

La fotocamera posteriore conta su un sensore principale da 108 megapixel grande 1/1,33”, con apertura f/1,85, stabilizzazione ottica e pixel da 0,8 micron, accompagnato da un ultragrandangolo da 13 megapixel da 122° e apertura f/2,4 e macro 5 megapixel con apertura f/2,4. La selfie camera è da 20 megapixel. Nota assai dolente, così come Apple e presto anche Samsung, anche Xiaomi non include più il caricatore, nonostante avesse pubblicato uno sfottò sulla scelta dei californiani. La motivazione è ancora una volta legata al rispetto dell’ambiente.

Nessuna sorpresa sul design, che è quello dei leak preliminari con appunto display curvo su tutti i lati e vetro Gorilla Glass Victus; durante la presentazione è stato svelato anche un modello in pelle. Il prezzo di Xiaomi Mi 11 in Cina sarà di 3999 rmb ossia 500 euro per il modello da 8 gb ram e 128 gb interni, passando a 4299 rmb ovvero 535 euro per il modello 8 gb / 256 gb e 4699 rmb ovvero 590 euro per il top di gamma 12 gb / 256 gb. Si attendono info su uscita e prezzi italiani.

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *