Xiaomi e Android 11: ecco quali modelli si aggiorneranno – GizChina.it

android 11 xiaomi

Google ha ufficialmente dato il benvenuto ad Android 11, la nuova versione dell’OS che vedremo gradualmente debuttare anche con Xiaomi. Al fianco di Google hanno lavorato diverse aziende, fra cui quella di Lei Jun, in modo da accelerarne la diffusione nel panorama mobile Android. Oltre a Xiaomi e Redmi, anche OPPO, OnePlus, Vivo e Realme sono fra le prime società ad aver abbracciato il nuovo firmware del robottino verde. In vista della sua diffusione via via più capillare, vediamo assieme quali sono le novità di Android 11 e su quali smartphone Xiaomi arriverà l’aggiornamento.

Ultimo aggiornamento: 4 dicembre

LEGGI ANCHE:
Xiaomi: ecco quali modelli non riceveranno Android 11

Ecco tutte le novità di Google introdotte con Android 11 che vedremo con Xiaomi

Notifiche e messaggistica

Una delle principali novità di Android 11 su Xiaomi riguarda le notifiche, con una nuova organizzazione del modo in cui vengono gestite dall’OS. Nella canonica tendina sono adesso divise per categorie, con una cronologie di quelle ricevute e la possibile cancellare anche quelle persistenti. Le chat di messaggistica sono raggruppate nella tab Conversazioni, dando modo di avere sott’occhio più facilmente i messaggi ricevuti. Potremo anche decidere di dare la priorità alle chat che riteniamo più importanti, in modo da visualizzarle sempre in alto nella lista.

Un grosso cambiamento, sempre per i messaggi, riguarda l’introduzione delle cosiddette Bubbles. Come già avveniva con Facebook Messenger, le chat possono prendere forma di finestra flottante, potendo essere rimpicciolite e spostate per lo schermo, favorendo il multitasking senza dover più chiudere le app in esecuzione. A tal proposito, se voleste avere un primissimo assaggio dell’estetica di Android 11, potete farlo con Nova Launcher.

android 11

android 11

Sempre parlando di messaggi, con la tastiera di Android 11 sono state le Risposte Smart, una predizione più profonda del testo. Nel momento in cui riceveremo un messaggio, ci viene fornita una selezione di brevi frasi pronte da selezionare velocemente con un click. I suggerimenti sono stati espansi anche alle app più utilizzate: il sistema fornisce una fila di 5 icone in basso alla home screen, in modo da avere rapidamente sotto mano quelle che più usiamo. Inoltre, unendo nella home con più app della stessa categoria, verrà creata una cartella con un nome ad hoc in base al genere delle app messe assieme.

Sicurezza e domotica

Parlando di privacy e sicurezza, in Android 11 è possibile concedere i permessi una tantum e non necessariamente in maniera perenne. In modo da salvaguardare ulteriormente gli utenti, i permessi vengono automaticamente revocati dopo alcuni mesi di inutilizzo.

android 11

android 11

Le novità di Android 11 riguardano anche l’impianto IoT. Tenendo premuto il tasto Power si apre un nuovo menu, completamente ridisegnato per ospitare i controlli domotici. Si ha così una schermata dedicata da cui poter pilotare lampade, serrature, elettrodomestici e così via.

android 11

android 11

Multimedialità e non solo

Nell’intenzione di raggruppare più elementi, in Android 11 vengono aggiunti i controlli multimediali nella tendina delle notifiche. Basta abbassarla con uno swipe verso il basso per gestire i contenuti in riproduzione. Oltre a poter mettere in Play e Pausa, la comodità consiste nel poter spostare con un click il flusso audio dallo smartphone ai dispositivi connessi via Bluetooth e Wi-Fi. Senza contare che adesso Android Auto diventa wireless, senza più la necessità di agire tramite cavo.

android 11

android 11

Altre features scovate in Android 11 sono il Bluetooth che non si disattiva con la modalità Aereo, il poter fissare in alto le app preferite nel menu di condivisione o il Tema Scuro attivabile in base all’orario. Da menzionare anche l’introduzione nativamente nell’OS della registrazione dello schermo, anche se nella MIUI è già presente da diverso tempo.

android 11

android 11

Xiaomi: quali smartphone avranno Android 11?

Novità a parte, quali modelli di casa Xiaomi passeranno ad Android 11? Ecco una lista con tutti i modelli che riceveranno l’aggiornamento. Non si tratta di una roadmap ufficiale, ma di un elenco fatto sulla base delle politiche di aggiornamento che l’azienda è solita seguire, unite a rumors vari.

Modello Beta Stabile

XIAOMI

Xiaomi Mi 10 Rilasciata
Xiaomi Mi 10 Pro Rilasciata
Xiaomi Mi 10 Ultra Rilasciata (China)
Xiaomi Mi 10 Youth Edition (Lite Zoom) Rilasciata (China)
Xiaomi Mi 10 Lite 5G Rilasciata
Xiaomi Mi 10T Test interni
Xiaomi Mi 10T Pro Test interni
Xiaomi Mi 10T Lite Test interni
Xiaomi Mi 9 Test interni
Xiaomi Mi 9 Pro 5G Test interni
Xiaomi Mi 9 SE Test interni
Xiaomi Mi 9 Lite (Mi CC9) Test interni
Xiaomi Mi 9T Test interni
Xiaomi Mi 9T Pro Test interni
Xiaomi Mi Note 10/10 Pro Test interni
Xiaomi Mi Note 10 Lite Test interni
Xiaomi Mi CC9
Xiaomi Mi CC9 Meitu Edition Test interni
Xiaomi Mi CC9 Pro Rilasciata (China)
Xiaomi Mi CC9e
Xiaomi Mi A3 Test interni

REDMI

Redmi K30 4G Rilasciata (China)
Redmi K30 5G Rilasciata
Redmi K30 Racing Edition Rilasciata (China)
Redmi K30i 5G Rilasciata (China)
Redmi K30 Pro Rilasciata
Redmi K30 Pro Zoom Rilasciata
Redmi K30 Ultra Rilasciata (China)
Redmi K20 Rilasciata (China)
Redmi K20 Pro Test interni
Redmi K20 Pro Premium
Redmi 10X 4G Beta in arrivo
Redmi 10X 5G Beta in arrivo
Redmi 10X Pro Beta in arrivo
Redmi Note 9 4G
Redmi Note 9 5G
Redmi Note 9 Test interni
Redmi Note 9S Rilasciata (India)
Redmi Note 9 Pro 5G
Redmi Note 9 Pro Test interni
Redmi Note 9 Pro Max Test interni
Redmi Note 8 Test interni
Redmi Note 8T Test interni
Redmi Note 8 Pro Test interni
Redmi 9 Test interni
Redmi 9 Prime Test interni
Redmi 9C Test interni
Redmi 9A Test interni

POCO

POCO F2 Pro Reclutamento (Global)
POCO X3 NFC Test interni
POCO X2
POCO M2 Test interni
POCO M2 Pro Test interni
POCO C3

BLACK SHARK

Black Shark 3 Test interni
Black Shark 3S Test interni
Black Shark 3 Pro Test interni
Black Shark 2 Test interni
Black Shark 2 Pro Test interni

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *