Ancora giù il mercato degli smartphone, Xiaomi sorpassa Apple – La Stampa

È un mercato ancora in calo quello degli smartphone ma la contrazione delle vendite su scala globale è minore rispetto al trimestre precedente.

Samsung continua a dominare il settore, mentre Xiaomi sorpassa Apple guadagnando la posizione di numero 3 nella classifica mondiale. Anche Huawei perde terreno, stando ai dati relativi al terzo trimestre 2020 diffusi da Gartner, confermandosi, tuttavia, al secondo posto con 51,8 milioni di dispositivi venduti (- 21,3 per cento in confronto allo scorso anno).

Nel complesso, il mercato degli smartphone registra una diminuzione pari al 5,7 per cento, comparato allo stesso periodo 2019, con 366 milioni di unità acquistati dai consumatori. Si tratta di un miglioramento rispetto alla prima metà del 2020, nella quale si è assistito a un crollo delle vendite del 20 per cento in ciascun trimestre, principalmente a causa dell’impatto della pandemia da covid-19.

Questo rallentamento della crisi del mercato degli smartphone, che per IDC verrà risollevato dai prodotti 5G, spinge gli analisti di Gartner a parlare di «primi segnali di ripresa». Che, in particolare, possono essere riscontrati in America latina e nei paesi della regione Asia Pacifico.

E’ degno di nota che, come sottolinea Anshul Gupta, direttore della ricerca di Gartner, «per la prima volta quest’anno, le vendite di smartphone ai consumatori finali in India, Indonesia e Brasile, tre dei primi cinque mercati del settore, sono aumentate rispettivamente del 9,3 per cento, dell’8,5 per cento e del 3,3 per cento».

Chi si avvantaggia di questa situazione, tra i produttori, è Samsung e Xiaomi. La casa sudcoreana beneficia del suo posizionamento tra gli utenti Android e raggiunge 80,8 milioni di smartphone venduti, conquistando il 22 per cento della quota del mercato globale. Xiaomi, da parte sua, fa registrare un salto in avanti nelle vendite con una crescita in percentuale del 34,9 per cento nel terzo trimestre 2020. Il produttore cinese, presentatosi a settembre con una nuova gamma di smartphone 5G a basso costo, spodesta Apple, che sconta il ritardo nella consegna dei nuovi iPhone, assicurandosi una fetta di mercato del 12,1 per cento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *