Coppia di adolescenti voleva uccidere i genitori: l’ombra di una setta dietro al piano – VicenzaToday

Il paragone a Erika e Omar, i due fidanzati killer responsabili – 20 anni fa – del massacro di Novi Ligure, viene subito alla mente. Il caso di  una coppia di 15enni, residente in un comune dell’hinterland di Bassano, per fortuna non ha avuto conseguenze tragiche. Il piano dei due adolescenti di uccidere i genitori di lei è infatti stato sventato dai carabinieri grazie alla segnalazione di un amico della coppia che ha rivelato ai militari le intenzioni criminali dei due. Gli uomini dell’Arma stanno però investigando anche su un altro fronte. Dietro al folle proposito omicida potrebbe infatti esserci un elemento esterno, forse una specie di setta virtuale in rete che avrebbe in qualche modo manipolato  la mente dei ragazzini.

Il campo è ancora quello delle ipotesi che verranno eventualmente chiarite dopo l’analisi delle forze dell’ordine sul materiale elettronico sequestrato alla coppietta. I due 15enni, durante la scorsa estate, avrebbero deciso di eliminare fisicamente i genitori della ragazzina, per motivazioni a oggi ancora sconosciute. Gli intenti omicidi avrebbero trovato conferma sui computer e gli smarthone dei due adolescenti sequestrati dai carabinieri ma l’indagine sarebbe partita dalla segnalazione di un amico della coppia che ha preso – per fortuna – sul serio gli intenti omicidi dei ragazzini durante una conversazione.

I 15enni sono per ora indagati dalla procura dei minori di Venezia e le indagini dei carabinieri stanno proseguendo per far luce sulla vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *