Redmi K40 sarà un rebrand di Xiaomi Mi 10T Lite? Arrivano nuovi indizi – GizChina.it

xiaomi mi 10t lite redmi k40

La compagnia cinese ha da poco presentato la serie Mi 10T, all’interno della quale troviamo anche Xiaomi Mi 10T Lite… o forse dovremmo chiamarlo Redmi K40? Il più piccolo del trio ha sin da subito solleticato il palato di molti, grazie ad un buon rapporto specifiche/prezzo. Al costo di 299,90€, infatti, ha dalla sua caratteristiche quali schermo a 120 Hz, Snap 750G con 5G, quad camera ed una batteria da 4.820 mAh con ricarica 33W.

Aggiornamento 01/10: arrivano nuovi indizi sulla possibilità che Redmi K40 non sia nient’altro che Xiaomi Mi 10T Lite. Ve ne parliamo a fine articolo..

Redmi K40 con display a 144 Hz e nome in codice Apollo: si tratta della versione cinese di Xiaomi Mi 10T Pro?

redmi k40

redmi k40

Il prossimo flagship di Redmi è stato protagonista di una valanga di indiscrezioni e tra quelle più vecchie c’è proprio la presenza di un pannello con refresh rate a 144 Hz. Il leaker cinese – tramite Weibo – si limita esclusivamente ad affermare che il dispositivo Apollo arriverà in patria con Redmi. Inoltre il post è accompagnato da un’immagine delle impostazioni dello schermo del dispositivo, che mostra la possibilità di impostare vari livelli di refresh rate, culminando a 144 Hz. Nelle screenshot, la possibilità di selezionare la frequenza preferita viene accompagnata da una frase emblematica (e scontata): la durata della batteria del dispositivo diminuirà in base all’aumento del refresh rate.

Lo smartphone in questione potrebbe essere Redmi K40 ed arrivare in Cina come variante asiatica del nostro Xiaomi Mi 10T (o Mi 10T Pro). Quest’ultimo dovrebbe avere dalla sua un pannello LCD a 144 Hz, con un punch hole ed un lettore d’impronte digitali laterale. I due modelli saranno lo stesso smartphone? Ovviamente al momento non vi è una risposta certa, ma il rapporto tra la serie T di Xiaomi e la K di Redmi non è di certo un segreto.

Nuovi indizi sul top di gamma Redmi con display a 144 Hz | Aggiornamento 30/09

redmi k40

redmi k40

Nelle scorse ore il leaker DigitalChatStation ha lanciato l’amo per il prossimo Redmi Note 10 5G, il quale potrebbe arrivare in Cina come un rebrand di Xiaomi Mi 10T Lite (ed avere dalla sua lo Snapdragon 750G). Inoltre, l’insider “conferma” che presto Redmi lancerà il suo smartphone con Snapdragon 865 e display con refresh rate elevato. Ovviamente si tratta di un chiaro riferimento a Mi 10T Pro, atteso con un pannello LCD a 144 Hz.

Insomma, la compagnia cinese dovrebbe lanciare un nuovo modello top, ma come un rebrand di Mi 10T o Mi 10T Pro. Il dispositivo in questione non è ancora stato confermato, ma l’ipotesi più papabile è che si tratti del prossimo Redmi K40. In rete sono spuntate le prime indiscrezioni sul prezzo di vendita del flagship, il quale dovrebbe arrivare in Cina a una cifra compresa tra i 2000 e i 3000 yuan, circa 250/375€ al cambio attuale.

Ovviamente manca ancora una conferma, mentre per quanto riguarda il futuro Redmi K40 Pro i primi indizi arriverebbero niente meno che da Xiaomi, puntando verso lo Snapdragon 875.

Redmi K40 sarà Xiaomi Mi 10T Lite? | Aggiornamento 01/10

In virtù della presentazione della serie Mi 10T, si intensificano i rumors che vedrebbero Xiaomi Mi 10T Lite arrivare in Asia sotto il monicker di Redmi K40. L’azienda ci ha ormai abituati ai più svariati rebrand fra Xiaomi, Redmi e POCO, perciò è una notizia che non ci stupisce più di tanto.

Presentati prima in Europa, Xiaomi Mi 10T e Mi 10T Pro sono stati certificati anche in Asia, perciò dovrebbero essere portati anche in madrepatria. Tuttavia, potrebbero esserci differenze con i nostri modelli, non tanto nelle specifiche quanto nel modo in cui potrebbero essere commercializzati. Prendendo le ultime certificazioni ricevute, mentre Mi 10T e 10T Pro sono certificati sotto la branca “Xiaomi”, Mi 10T Lite è stato certificato sotto il brand “Redmi”.

A questo punto i rumors si ramificano sotto più ipotesi. Quella più quotata è che Xiaomi Mi 10T Lite sia il successore di Mi 9T, ergo quello che in Asia diverrebbe Redmi K40. C’è anche chi vocifera che, essendo un modello “Lite” potrebbe fare la sua comparsa sotto forma di Redmi K30T. Infine, riprendendo altre indiscrezioni, Mi 10T Lite potrebbe essere commercializzato altrove sotto forma di Redmi Note 10. Questo perché entrambi sarebbero guidati dallo Snapdragon 750G, ma ci sono altri dettagli che smentirebbero questa ipotesi. In primis il nome in codice, M2007J17C per Xiaomi Mi 10T Lite e M2010J19SC per Redmi Note 10, in secundis la strategia di mercato. Che senso avrebbe portare Redmi Note 10 in Europa se fosse un duplicato di un modello già esistente? E dubitiamo che Xiaomi non porti in Europa un modello così famoso come la serie Redmi Note.

⭐️ Segui e supporta GizChina su Google News: clicca sulla stellina per inserirci nei preferiti .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *