Xiaomi, cambio al vertice: il co-fondatore Lin Bin lascia la divisione mobile – HDblog

In questi giorni in Cina aveva preso a circolare la notizia di una rivoluzione ai vertici di Xiaomi: l’azienda sarebbe stata pronta a liquidare il co fondatore e vice presidente Lin Bin. Un fondo di verità c’era, ma le cose sono andate diversamente: Lin Bin resta in Xiaomi, semplicemente non sarà più il presidente della divisione mobile, ed occuperà ora il ruolo di vice presidente del comitato strategico.

A sostituirlo al comando nel suo precedente incarico sarà Adam Zeng Xuezhong, ex CEO e vice presidente di ZTE, nonché presidente della join venture Huixin Communication, che comprende 29 aziende leader in ambito 5G. Non proprio un settore casuale, considerando che si tratta di una tecnologia cruciale per lo sviluppo dell’industria nei prossimi anni.

Xiaomi è un’azienda giovane, fondata solo 10 anni fa, e nel corso della sua breve storia ha più volte reimpastato i propri quadri dirigenziali. Alcune figure di spicco, però, sono sempre rimaste a rappresentare l’azienda pubblicamente. La più celebre è quella dell’altro co-fondatore, Lei Jun, che negli anni si è segnalato all’attenzione della stampa internazionale per una certa tendenza ad imitare Steve Jobs: ma tra queste c’è sicuramente anche Lin Bin.

Non sappiamo se questa mossa sia da leggere come un “passo indietro”, né quanto sia volontario. Lin Bin in questi anni ha contribuito col suo lavoro a consolidare la posizione dell’azienda nel mercato degli smartphone, e ad associare il nome di Xiaomi a proposte futuristiche e innovative: il nome di Mi Mix Alpha, lo smartphone con lo schermo anche dietro, vi dice qualcosa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *