Recensione Xiaomi Mi Tv 4S, il televisore da 43 pollici che costa come un tablet – Wired.it

Hdr, Chromecast integrato, sistema operativo Android e tante altre funzioni smart a 399 euro

Il settore delle tv, rispetto per esempio a quello degli smartphone, è decisamente meno avvezzo alle novità, più rigido sulla battaglia dei prezzi ed è molto più difficile riuscire a fare prodotti che facciano realmente la differenza. Diciamolo subito, il Mi Tv 4S 43” di Xiaomi che abbiamo provato non è depositario di guizzi sorprendenti, i suoi punti di forza sono la concretezza e il prezzo.

La sostanza però si tocca con mano, stiamo parlando infatti di un televisore da 43 pollici con display Led 4K, ben supportato da un processore quad-core a 64 bit per l’upscaling e dall’hdr. Questo significa che tutti i contenuti nativi in 4K si vedono alla perfezione e che l’incremento automatico dei pixel dalle sorgenti Full HD offre un’esperienza visiva più che dignitosa. Come per gli altri televisori 4K, ben poco si può fare invece quando si visualizzano i canali televisivi in risoluzione standard.

A rendere interessante il Mi TV 4S 43” è ovviamente la presenza del sistema operativo Android TV 9.0 e quindi la possibilità di accedere a tutte le principali piattaforme di streaming video (e non solo). Sul telecomando sono già presenti i tasti dedicati a Netflix e Prime Video, ma è possibile il download diretto di molte altre app anche se mancano purtroppo all’appello quelle di Sky, almeno per ora.

La navigazione è piuttosto semplice e intuitiva, anche quella dei menu di servizio interni, è però inspiegabile l’assenza sul telecomando tasti per scorrere in modo progressivo i canali (il tipico su e giù), la funzione è accessibile solo usando il tasto channel list e il joystick di navigazione. Si può comunque impartire comandi vocali all’assistente di Google con il pulsante dedicato.

I setting per la personalizzazione dell’immagine sono piuttosto validi e molto apprezzato è anche il Chromecast integrato nel televisore che permette di trasferire i contenuti dello smartphone al tv in modo davvero semplice. Ma a sorprendere maggiormente, considerando la fascia di prezzo di questo televisore, è la resa audio. Il Mi Tv 4S 43” è infatti stato equipaggiato con un doppio speaker stereo con una potenza complessiva da 8 watt che supporta sia la codifica Dolby Audio, sia il DTS HD.

Il televisore di Xiaomi mette a disposizione dell’utente anche un bel parco di connessioni: 3 ingressi hdmi, 3 porte usb, una lan, un ingresso av, un collegamento ottico, il jack per le cuffie e decoder satellitare. Dispone inoltre di 8 GB di spazio per l’archiviazione delle applicazioni scaricate. Completano la dotazione anche il bluetooth 4.2 e il wi-fi che supporta le frequenze a 2,4 e 5 Ghz.

Nel complesso anche l’estetica è più che gradevole. Il corpo in metalli satinato, con cornici molto sottili, un design pulito e lineare consentono a questo televisore di collocarsi facilmente in qualsiasi arredamento. L’ingombro posteriore è però piuttosto rilevante, quasi 10 centimetri nella parte più spessa, questo significa che non è il TV ideale da appendere alla parete, meglio usare i piedini di appoggio. Eccezionale invece la leggerezza, solo 7,3 chilogrammi.

Grazie a queste caratteristiche, al buon design e alle funzionalità Android integrate questo televisore rappresenta un buon acquisto, ma l’elemento che lo eleva a “best buy” è il costo: 399 euro, come un iPad entry level. L’appeal del prezzo si conferma anche per gli altri modelli, il 32” costa 199 euro, 499 euro per il 55 pollici mentre il top di gamma da 65 pollici viene offerto a 699 euro. Inoltre basta aspettare una promozione per avere un ulteriore incentivo, a cui si può aggiungere il bonus del governo fino a 50 euro per la sostituzione dei vecchi apparecchi non compatibili con il nuovo standard di trasmissione DVBT-2/HEVC.

Voto: 8

Wired: sistema Android Tv, Chromecast integrato, prezzo ultra competitivo

Tired: telecomando basico, spessore imponente

#bannerInRead {display:none !important;}

Leggi anche

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *