Xiaomi, ecco il primo mouse con supporto ai comandi vocali – Il Fatto Quotidiano

Xiaomi ha presentato alcuni nuovi prodotti equipaggiati con l’assistente digitale proprietario XiaoAI integrato, tra cui spicca soprattutto un mouse in grado di recepire i comandi vocali. Realizzato tramite crowdfunding – il sistema di raccolta fondi in cui la realizzazione di un prodotto è finanziata direttamente dai consumatori interessati all’acquisto, arriverà inizialmente in Cina. Sul sito web della società è proposto a un costo promozionale equivalente a circa 17 euro, che saliranno a 19 per la versione definitiva.

Tra le caratteristiche principali troviamo la presenza di un’interfaccia USB di tipo C e una batteria integrata da 750 mAh che, secondo l’azienda, sarà in grado di offrire fino a 30 giorni di utilizzo e 180 giorni in standby.

Il nuovo mouse Xiaomi segna dunque l’ingresso del colosso cinese anche nel mercato delle periferiche domestiche e da ufficio, in grado di supportare l’utente in molteplici attività proprio grazie al supporto ai comandi vocali. Sarà dunque possibile chiedergli di effettuare alcune operazioni come “Apri Word” oppure “Spegni il computer” o “metti il PC in standby”, ma anche attivare l’input vocale, per consentire anche a chi è impossibilitato a scrivere o che voglia estendere più rapidamente un testo, di dettare direttamente il contenuto tramite l’utilizzo della propria voce. Al momento, questa funzione è disponibile sollo in lingua inglese, giapponese e coreana.

Il mouse può essere utilizzato sia tramite Bluetooth che tramite ingresso USB e può essere collegato contemporaneamente anche a due diversi PC: lo switch si attiva, semplicemente premendo il tasto sinistro e desto per circa tre secondi. Infine, come tanti altri prodotti smart dell’azienda con sede nel distretto di Haidian (Pechino), anche il mouse sarà gestibile tramite l’App “Mi Home”.

Articolo Precedente

Oppo Reno 3A, foto e caratteristiche del nuovo smartphone di fascia media con 6 GB di RAM

next

Articolo Successivo

Apple, in arrivo tante novità per i sistemi operativi di smartwatch, iPhone e iPad

next

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *