Xiaomi Mi Band 5 ufficiale, tante novità a un piccolo prezzo – Il Fatto Quotidiano

Xiaomi ha da poco annunciato ufficialmente il suo nuovo fitness tracker Mi Band 5, a un anno esatto di distanza dal modello precedente, da cui si discosta per diverse novità ma di cui mantiene sostanzialmente inalterato l’aspetto e anche l’approccio al mercato, con un prezzo particolarmente aggressivo.

Il design come detto richiama a grandi linee quello dei modelli precedenti, con linee morbide e arrotondate, anche se adesso il display OLED è di dimensioni maggiori (1,2 pollici anziché 0,95 pollici). Xiaomi inoltre ha introdotto nuove colorazioni, che vanno ad affiancare quella classica nera: rosso, giallo e verde. Il fitness tracker, impermeabile fino a 50 metri, presenta poi ancora una volta un cinturino in silicone, ma come già accaduto negli anni passati arriveranno anche soluzioni in metallo, pelle e altri materiali.

Per quanto riguarda le funzioni, ritroviamo ovviamente il sistema di monitoraggio del sonno e il cardiofrequenzimetro, entrambi ora dotati di nuove funzioni. Il primo infatti rileva anche la fase REM, mente il secondo misura la quantità di ossigeno nel sangue. Xiaomi inoltre ha integrato anche un barometro e un sensore di prossimità che consente di attivare automaticamente le funzioni di risparmio energetico quando non si indossa il fitness tracker. Xiaomi ha previsto anche una variante del Mi Band 5 dotata di modulo NFC per i pagamenti digitali.

Il produttore cinese infine ha rivisto completamente anche il sistema di ricarica, eliminando il vecchio connettore che richiedeva ogni volta di estrarre il corpo principale, sostituendolo con uno magnetico decisamente più funzionale. L’autonomia invece è in linea con i modelli precedenti, comunque più che soddisfacente, visto che può aggiungere le due settimane.

Diverse le novità anche per la componente software, a partire dall’introduzione del supporto per l’assistente digitale Amazon Alexa e all’impiego dei comandi vocali per interagire con il dispositivo. Ora inoltre il numero di attività fisiche supportate è salito a undici, mente per il pubblico femminile è stato introdotto il tracciamento del ciclo mestruale. Infine sono stati anche aggiunti specifici esercizi di espirazione per gestite lo stress. Xiaomi Mi Band 5 sarà disponibile all’acquisto a partire dal prossimo 18 giugno, inizialmente in Cina, a un prezzo pari a circa 24 euro per la versione standard e 29 euro per la variante con modulo NFC.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Google Meet mette fine alle videochiamate chiassose: in arrivo la cancellazione del umore attiva per utenti GSuite

next

Articolo Successivo

PlayStation 5, Sony toglie i veli alla sua nuova console

next

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *