Google Pixel 5: uscita, prezzo, caratteristiche e notizie – Techradar

L’attesa per il Google Pixel 5 sarà lunga e speriamo che il colosso di Mountain View sfrutti al meglio questo periodo per apportare quei miglioramenti di cui Pixel 4 e 4 XL avrebbero avuto bisogno.

Qualche indizio, almeno dal punto di vista delle funzionalità, potrebbe arrivare dall’uscita di Google Pixel 4a, versione di fascia media del top di gamma e successore del Pixel 3a. Lo smartphone dovrebbe arrivare tra la fine di maggio e i primi di giugno aiutandoci a capire se effettivamente Google abbia introdotto delle correzioni in base ai feedback arrivati dagli utenti.

GLI ALTRI SMARTPHONE CHE ASPETTIAMO PER IL 2020

Quando alla fine del 2019 avevamo provato i Google Pixel 4, rimanemmo colpiti dalle loro fotocamere. Peccato che tutti gli altri comparti dello smartphone non fossero allo stesso livello.

Pixel 4 e 4 XL sono dei buoni dispositivi ma non sono stati accolti con lo stesso entusiasmo del predecessore e speriamo che con il 4a Google possa bissare il successo del precedente modello di fascia media.

Dato che non ci sono ancora indiscrezioni o voci concrete sui prossimi dispositivi Pixel 5, abbiamo colto l’occasione anche per scrivere la nostra lista dei desideri sui prossimi top di gamma di Google.

Aggiornamento: Google Pixel 5 potrebbe non avere il Soli radar che permetteva di usare Google Pixel 4 a mani libere.

Dritti al punto

  • Che cos’è Google Pixel 5? Il prossimo smartphone top di gamma di Google.
  • Quando esce Google Pixel 5? Probabilmente a ottobre 2020.
  • Quanto costerà Google Pixel 5? Il prezzo potrebbe aggirarsi tra i 750 e i 1.000€.

Google Pixel 5, disponibilità e prezzo

Google Pixel 4 in hand

Google Pixel 4  (Image credit: Future)

È ancora presto per avere certezze sull’uscita di Pixel 5 ma, sulla base di quanto avvenuto con i precedenti modelli, possiamo azzardare qualche ipotesi.

Il Pixel 4 è uscito il 24 ottobre e anche quest’anno possiamo aspettarci una presentazione nello stesso mese, dato che ogni precedente lancio è avvenuto nello stesso periodo. I primi tre dispositivi Pixel erano stati svelati nella prima settimana di ottobre a differenza del quarto, annunciato a fine mese. 

Riteniamo che il prezzo di Google Pixel 5 sarà pari o superiore a quello dei Pixel 4. Questa famiglia si smartphone è andata lentamente ad aumentare di prezzo, passando dalla fascia medio-alta a cifre da top di gamma e se Google selezionasse componenti al top, il prezzo potrebbe salire ulteriormente.

Naturalmente queste sono solo ipotesi e non appena scopriremo qualcosa in merito aggiorneremo questo articolo.

Google Pixel 5, indiscrezioni e novità

A febbraio 2020, a distanza di tre mesi e mezzo dall’uscita di Pixel 4, è arrivato il primo leak su Google Pixel 5. E si è trattato di un’indiscrezione non da poco. Il canale YouTube Front Page Tech è entrato in possesso del render del presunto prototipo di un Pixel 5 XL.

Stando al render, come nel modello attuale, il prossimo top di gamma di Google avrà una parte posteriore in vetro opaco, mentre la superficie del blocco fotocamera avrà un effetto lucido. Se il render fosse confermato, inoltre, per la prima volta vedremo un Pixel con tre fotocamere principali, una delle quali con sensore probabilmente grandangolare.

Secondo Front Page Tech, infine, i restanti modelli, ovvero Pixel 5 e presumibilmente Pixel 5a, avranno il modulo della fotocamera quadrato come nell’attuale versione dello smartphone. Il canale YouTube non ha però diffuso immagini su questi altri due dispositivi.

(Image credit: android central)

Un’indiscrezione particolarmente sorprendente suggerisce che Google Pixel 5 possa essere, in proporzione, un top di gamma meno potente dei suoi predecessori. Un codice scoperto nell’app di Google Camera rimanderebbe a un processore di fascia medio-alta come Snapdragon 765G.

Chiaramente si tratta di informazioni provvisorie, anche perché Qualcomm ha nel frattempo lanciato il successore Snapdragon 768G. Il nuovo processore è in ogni caso compatibile con il chipset di Snapdragon 765G, in modo tale che Google possa anche decidere modifiche all’ultimo momento avvicinandosi ancora di più a un processore di fascia alta come Snapdragon 865.

Altre fonti insistono sull’uso dello Snapdragon 765, facendo riferimento addirittura alla più vecchia e meno potente versione base e non dunque alla variante G .

Altre indiscrezioni riguardano la possibilità che Google Pixel 5 possa avere una funzionalità di ricarica wireless inversa, stando a un codice di Android 11 trovato nell’anteprima per sviluppatori. Questo permetterebbe al telefono di alimentare i dispositivi collegati come auricolari, smartwatch o eventualmente sfruttare il tappetino per ricaricare un altro smartphone.

Una funzione così onerosa dal punto di vista della batteria non andrebbe proprio d’accordo con l’autonomia dell’ultimo top di gamma Google e questo fa supporre che il produttore possa avere deciso di risolvere uno dei principali problemi di Pixel 4, ovvero al scarsa capienza della batteria.

In questa direzione potrebbe andare anche la decisione di introdurre una versione “ultra” della modalità di risparmio energetico. Questa nuova funzione potrebbe disattivare molte caratteristiche dello smarthone come la geolocalizzazione e l’auto-sync delle app in modo da far funzionare più a lungo il dispositivo.

Infine, sembra che su Google Pixel 5 non ci sarà il Soli radar che era presente su Pixel 4. Questo significa che non si potrà navigare nel telefono a mani libere ma, a dire la verità, non è una grossa perdita dato che secondo la maggior parte degli utenti questa modalità non funzionava proprio bene. Questo potrebbe anche portare a una riduzione del prezzo.

Queste dunque le informazioni che conosciamo fino ad ora. Avvicinandoci al periodo di uscita le notizie si moltiplicheranno anche con la realizzazione dei primi prototipi di Google Pixel 5. La stessa azienda, l’anno scorso, aveva fornito un proprio “leak” di Pixel 4 nel mese di giugno, dunque lo stesso potrebbe accadere quest’anno.

Google Pixel 5, quello che vogliamo vedere

Google Pixel 4 ha perfezionato il suo predecessore, ma ha lasciato molto a desiderare in alcune aree come l’autonomia. A partire dalla durata della batteria ecco tutto ciò che vorremmo vedere nei Pixel 5.

1. Una batteria più grande per il Pixel 5

Google Pixel 4 battery life and charger

Will the Google Pixel 5 battery life improve? (Image credit: Future)

La scarsa autonomia è stata senza dubbio la pecca più grande del Google Pixel 4. Sebbene la capacità di una batteria non sia necessariamente indicativa delle ore di utilizzo reali che offre, quella da 2.800 mAh del Pixel 4 è davvero piccola per gli standard attuali e, infatti, in molti sono rimasti delusi.

Il Google Pixel 4 XL ha una batteria da 3.700 mAh che permette di arrivare a fine giornata, ma se Google intende competere con gli altri top di gamma deve inserire batterie da 4000 mAh o superiori nei futuri Pixel.

2. Reintrodurre il lettore di impronte digitali

Google Pixel 4 face unlock

(Image credit: Future)

Google Pixel 4 non ha uno scanner per impronte digitali montato sul retro come Pixel 3, né è dotato di un sensore sotto al display come molti smartphone premium. Supporta il riconoscimento facciale ma… non è un granché.

Alcuni potrebbero trovarlo comodo, ma non tutti sono entusiasti all’idea di dover fissare la fotocamera per sbloccare il proprio telefono. Nel Pixel 5 vorremmo trovare sia il riconoscimento facciale che un sensore di impronte digitali fisico o montato nello schermo. Insomma, tutto sommato si tratta solo di un pulsante sul retro.

 3. Un obiettivo ultragrandangolare sul Pixel 5

Google Pixel 4 camera

(Image credit: Future)

Tutti i top di gamma recenti montano un sensore ultragrandangolare, potrà il Google Pixel 5 farne a meno? Ovviamente, no.

L’aggiunta di un teleobiettivo è stata molto gradita e un secondo obiettivo potrebbe ulteriormente migliorare il comparto fotografico dei Pixel ed espandere versatilità delle fotocamere. Per fortuna, stando ai leak visti fino ad ora, sembra che questa nostra richiesta sia stata per il momento esaudita.

4. Integrare uno slot microSD

Google Pixel 4 sides

(Image credit: Future)

128 GB di archiviazione non sono pochi ma non c’è alcun motivo per giustificare l’assenza di uno slot per microSD. Questo ci fa pensare che Google voglia convincere gli utenti a utilizzare i servizi cloud (preferibilmente i suoi). 

Purtroppo non sempre si hanno a disposizione reti veloci e affidabili o piani tariffari con tanti giga per queste operazioni ma dobbiamo onestamente ricordare che nessun Pixel né tantomeno il suo antenato Nexus avevano uno slot simile per cui il nostro desiderio sembra destinato a restare tale.

5. Riproporre il design unico

Google Pixel 4 size comparison

(Image credit: Future)

Gli smartphone Google Pixel 4 hanno un aspetto colorato e divertente rispetto ai predecessori. La scocca posteriore si distingue solo per il blocco della fotocamera rifinito in vetro opaco, mentre le cornici sono in gomma. Gradiremmo anche la riproposizione della cornice superiore rispetto ad un notch. 

Tutto sommato, i dispositivi Pixel 4 sono tutt’altro che “convenzionali”, lontani dagli eleganti top di gamma a schermo intero prodotti da Samsung o Huawei, ma dannatamente unici e particolari. E stando alla foto apparsa del presunto prototipo Google non intende cambiare design.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *